Amiamo Gesł senza misura e sacrifichiamo tutto per la sua gloria: riposo, cuore e vita


Le sette parole dalla croce

 

E' bene recitare le Sette parole con grande spirito di riparazione e con profondo rispetto.

Rinnoviamo nelle nostre anime i sentimenti che provava il Cuore di Gesù quando il suo labbro morente proferiva le ultime parole e perdendo tutto il suo sangue, consumava il suo grande sacrificio.

Pronunciamo queste divine parole quali vittime unite a Gesù, chiedendo che la loro efficacia si rinnovi attualmente, poiché la parola di Nostro Signore opera quanto significa.

Diciamo dunque non solo per noi, ma per le anime:

 

 

 

- Padre, perdonali, perché non sanno quello che fanno

Chiediamo il perdono per i poveri peccatori.

- Oggi sarai con me in Paradiso

Chiediamo il Paradiso per le migliaia di anime che si presentano giornalmente al cospetto di Dio.

- Donna, ecco tuo figlio! Ecco tua madre!

Conduciamo e raccomandiamo a Maria tutte le anime.

- Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato?

Chiediamo l'adozione divina effettiva per tutte le anime e una innumerevole famiglia di figli fedeli per il Padre Celeste.

- Ho sete!

Nel culmine delle sue sofferenze, Gesù ha sete di continuare la sua Passione che rende al Suo Divin Padre una gloria immensa. Poiché la volontà del Padre è che la Passione cruenta del Salvatore abbia termine, Gesù domanda che essa passi nelle anime, perché vivendo in loro, Egli possa continuarla, per una mistica unione sino alla fine dei secoli. Diciamo dunque noi, ora: Ho sete! Completerò per quanto sta in me, la passione del mio Salvatore.
Gesù sa di essere esaudito e di avere ottenuto tutto quanto desiderava. Perciò as¬coltiamolo dire:

- Tutto è compiuto!

Tutto è compiuto, e aggiungere

- Padre, nelle tue mani consegno il mio spirito!

Ci lascia il suo spirito in eredità affinché sia fatto della nostra umanità quel che fu fatto della sua santa Umanità, e che esse siano unite in una medesima oblazione e in uno stesso sacrificio.

Per quanto è possibile è bene rinnovare l'offerta del preziosissimo Sangue sette volte al giorno per onorare le sette principali effusioni: nella Circoncisione - nell'Agonia del Getsemani - nella Flagellazione - nella Coronazione di spine - sulla via del Calvario - sulla Croce e per la Ferita fatta dalla lancia al suo divin Cuore.

 

 




Pagina Generata in 160.2 millisecondi